OSNAGO, IL RACCONTO DELLA TRUFFA DI SABATO 3 FEBBRAIO

Pubblicato Il

Osnago, via Trieste sabato mattina del 3 febbraio. Quattro malintenzionati di origine sudamericana hanno tentato una truffa ai danni di alcuni commercianti. Protagonista Monica Romeo (nella foto) di Ottica Colombo che il giorno successivo ci ha raccontato cosa ha vissuto e fatto.

«Ero in negozio con mia madre e mia figlia; mi trovavo nell’altra sala quando hanno suonato alla porta e mia mamma ha aperto senza vedere chi fosse. Sono entrati tre uomini e una donna, con occhiali scuri in volto, di origine ecuadoregna. Sono tornata nella sala principale e ho chiesto loro cosa desiderassero – ci ha  raccontato l’optometrista –  La donna voleva fare una visita alla vista, ma capito che i quattro non avevano buone intenzioni, ho detto loro che quel servizio non lo svolgevo; nel frattempo l’uomo più anziano, di circa 70 anni si stava avviando verso l’altra sala, guardandosi costantemente in giro, al che l’ho fermato chiedendogli dove stava andando e così ho invitato educatamente i quattro a uscire. Ho notato che, lasciato il mio negozio, sono entrati nel centro estetico a me vicino, così ho chiamato subito gli agenti della Polizia locale che si trovavano a Lomagna, dicendomi che sarebbero arrivati il prima possibile».
I quattro sono stati allontanati anche dal centro estetico dove non hanno trovato fortuna, nonostante le insistenze, e fingendo un’impellente urgenza.
«Quando li ho visti entrare nell’agenzia di viaggi, dove era presente solo la titolare,  ho chiamato subito la nipote, avvisandola che persone sospette erano entrate nel negozio – ha aggiunto Monica Romeo –  Si trovava a Maresso e sarebbe arrivata il prima possibile, cercando nel frattempo di contattare la zia in agenzia. Probabilmente i quattro l’hanno ipnotizzata o intontita con uno spray e sono riusciti nel frattempo a portarle via il portafoglio, dove c’erano pochi euro, ma i documenti e ricordi della donna, che non si ricorda nulla, né tantomeno si è accorta del furto subito».
Sul posto sono giunti gli agenti della Polizia locale, ma i quattro erano già scappati verso la stazione dove avevano la loro auto. Rabbia mista a paura è ciò che ha provato la commerciante che ha cercato in tutti i modi di fermare i malintenzionati.

D.V.



Mobile Sliding Menu

Dentro&Fuori.it | Copyright © 2018
Powered by AeA-Digital.it

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?